Gestire le persone: 3 lezioni che è necessario imparare

Gestire le persone è un mestiere alquanto complesso....quasi quanto fare il genitore.

Nella mia esperienza professionale ho imparato le seguenti lezioni

LEZIONE 1 - ASPETTATIVE

Molto spesso si hanno aspettative troppo alte sul proprio staff.

Perché?

Perché si pensa che gli altri abbiamo le stesse motivazioni sul lavoro di quelle che abbiamo noi. Se vi chiedete perché voi avete un'attenzione maniacale verso i dettagli e le persone del vostro staff no, il motivo è che spesso gli altri non sono guidati dalle vostre stesse forti motivazioni. Inoltre gli employees (il termine inglese mi piace molto di più di quello italiano :-) sono concentrati sulle loro mansioni e quindi non hanno attenzione su altri aspetti del business che non gli competono direttamente. Aspettarsi che gli employees abbiamo in modo naturale lo stesso sguardo attento del manager è un errore. Se però è questo quello che vogliamo allora è giusto esplicitarlo e chiederlo.

LEZIONE 2 - GESTIRE LE RELAZIONI INTERNE

Un buon manager non deve solo gestire la relazione tra se stesso e gli employees, ma anche le relazioni tra gli employees stessi. Se le conflittualità interne non vengono gestite si riflettono inevitabilmente nei risultati del lavoro. E' necessario che un manager svolga il ruolo di mediatore per risolvere i conflitti e di colui che riporta l'equilibrio all'interno del team. Ciò è importante non solo per assicurarsi il migliore clima e quindi il migliore rendimento, ma anche per capire meglio gli interessi delle varie persone e arginare e bloccare i meccanismi malati che possono generarsi.

Per tenere sotto controllo questo aspetto è necessario lavorare molto sulla Comunicazione Interna, soprattutto in aziende grandi. La trasparenza e la circolazione delle informazioni rendo il clima più tranquillo. Non c'è cosa peggiore di un ambiente in cui qualcuno sa e qualcuno no, dove alcuni hanno l'impressione di essere esclusi e dove si pensa che ci sia qualcuno che ha accesso preferenziale al processo decisionale. E' necessario quindi investire in tempo, energie e strumenti adeguati affinché lo staff abbia la possibilità di capire cosa sta succedendo, dove si sta andando, cosa fanno gli altri team, quali sono gli obiettivi comuni e le sfide su cui l'azienda investe. Oltre a rasserenare gli animi si potrebbero anche creare opportunità, potrebbero nascere idee, innovazioni e feedback che altrimenti non sarebbero emersi.

LEZIONE 3 - STRESS PROLUNGATO

Le situazioni di stress prolungato sono pericolose perché rendono le persone molto vulnerabili e volubili e incapaci di mantenere la calma e l'equilibrio in eventi delicati e in cui la tensione cresce.

Meglio cercare di disinnescare prima situazioni pericolose e trovare modi per "sgonfiare" lo stress prima che degeneri.