Chi Sono

Primo piano Silvia GhezziMi chiamo Silvia Ghezzi, di formazione informatica. Ho lavorato prima nel settore delle reti e della sicurezza, poi come imprenditrice nell'ambito delle soluzioni tecnologiche per aziende, in particolare mi sono occupata di web, di sistemi di gestione delle risorse (ERP) e dei clienti (CRM).


La mia esperienza di imprenditrice mi ha permesso di costruirmi un notevole background su quelle che sono le più comuni problematiche aziendali: questioni come l'utilizzo più efficiente delle risorse umane, l'ottimizzazione dei processi interni, l'abbassamento dei costi, la ricerca di nuovi clienti. Il tutto con un approccio pratico basato sul supporto della tecnologia.
In questi anni di lavoro mi sono convinta che gli strumenti tecnologici ci sono e sono alla portata di tutti. Non sono necessari grandi investimenti, anzi molto spesso i costi dei servizi IT sono estremamente più bassi di quanto non si creda.


Serve però una mente abituata a individuare i colli di bottiglia e le lacune organizzative, e che, analizzando i processi aziendali in essere, sappia individuare gli spiragli di miglioramento.


Molte delle aziende in cui ho lavorato avevano la convinzione che per migliorare i processi, per abbassare i costi e per trovare più clienti, servisse una rivoluzione all'interno della propria azienda, e questo ovviamente spaventa, fa immaginare mesi e mesi di “cataclisma” e costi enormi. Spesso invece non è così. Spesso bastano piccoli cambiamenti per migliorare il modo di lavorare delle risorse interne. E ogni miglioramento è un risparmio.
Ogni ora di lavoro in meno dovuta a maggiore efficienza è un risparmio per l'azienda.
Aver sempre operato in un certo modo non è un buon motivo per continuare a farlo.
Mi piace ricordare questa storiella:

 

...Una vecchia storiella racconta di un pellegrino che stava passeggiando in un bosco quando si imbatté in un taglialegna che con grande frenesia e molto sforzo cercava di segare in pezzi più piccoli un tronco d'albero. Incuriosito si fece più vicino per vedere su cosa il taglialegna si stesse tanto affaticando, e gli disse:' 'Mi scusi, ma ho notato che la sua sega è sdentata: perché non l’affila? E Quello rispose borbottando: "Non ho tempo per queste cose: io devo segare!”


Questa metafora rappresenta bene l'ambiente di lavoro di molte piccole aziende in cui spesso le persone fanno quello che fanno semplicemente perché lo hanno sempre fatto così e non si fermano a riflettere per capire se esistono metodi più efficienti. A volte solo una persona esterna può essere agente del cambiamento.


Le radici verso il cambiamento sono:

  1. non fare le cose a mano quando può esserci un software che lo fa: risparmio ore/uomo, minimizzo la probabilità di errore, mi rendo indipendente dal singolo operatore
  2. stare in guardia di fronte alle abitudini: sono lo scoglio più grande verso il cambiamento
  3. il tempo impiegato adesso per apprendere nuovi strumenti sarà risparmiato dopo, e in misura molto più grande
  4. tutto ciò che sta su carta è precario: un foglio di carta si può perdere, la sua fungibilità è legata alla persona che lo ha archiviato, i dati su carta sono di difficile fruizione. Queste sono solo 3 buoni motivi per archiviare tutto elettronicamente.
  5. le basi di dati elettroniche ben organizzate permettono di fare delle statistiche. Le statistiche permettono all'imprenditore di prendere meglio le decisioni strategiche.